Variante dei saltimbocca di vitello, con crema di cipolla, salvia e pomodorini

Variante dei saltimbocca di vitello, con crema di cipolla, salvia e pomodorini
Variante dei saltimbocca di vitello, con crema di cipolla, salvia e pomodorini

  • Difficoltà: 4 su 5
  • Origine: Roma
  • Quando si prepara: sempre
  • Come si gusta: una cena in famiglia

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Ingredienti per 2 persone:

  • 200g di carne di vitello tagliata a fettine sottilissime
  • una decina di foglie di salvia
  • una foglia d’alloro
  • mezza cipolla
  • una dozzina di pomodorini ciliegino
  • olio evo qb
  • sale qb
  • basilico in polvere qb
  • 5/6 fette (della dimensione delle sottilette) di scamorza
  • 5/6 fette di prosciutto cotto
  • stuzzicadenti
  • 50ml di latte
  • 100ml di vino rosso
  • Farina qb

Preparazione:

  1. Mettere da parte 2 o 3 foglie di salvia per guarnire il piatto. Tritare le altre foglie.
  2. Stendere tutte le fettine su una spianatoia e tagliare le fette di scamorza e le fette di prosciutto cotto della dimensione delle fettine, lasciandole però più piccole di circa un centimetro per lato.
  3. Spolverare le fettine con un pizzico di sale e di salvia tritata.
  4. Adagiare sopra ciascuna fetta un pezzo di formaggio e successivamente un pezzo di prosciutto.
  5. Arrotolare le fettine e bloccarle con lo stuzzicadenti.
  6. Passare i saltimbocca creati nella farina (senza esagerare).
  7. Tritare la cipolla e tagliare a metà i pomodorini.
  8. In una padella versare un filo d’olio e la cipolla tritata. Accendere a fuoco medio e far rosolare la cipolla per 5 minuti.
  9. Successivamente aggiungere i pomodorini e lasciar cuocere per altri 5 minuti.
  10. Aggiungere la salvia tritata rimanente e i saltimbocca, versare il vino e sfumare per 5 minuti.
  11. Aggiungere il latte e lasciare cuocere per altri 5 minuti (se la bagnetta risultasse troppo asciutta, aggiungere un po’ d’acqua).
  12. Salare, se necessario.
  13. Disporre i saltimbocca in un piatto da portata, spolverare con del basilico in polvere e decorare con le foglie di salvia intere.

NOTA: i saltimbocca originali prevedono il prosciutto crudo e nascono a Roma, ma sono presenti anche nella cucina popolare di Svizzera, Spagna e Grecia.

Ravioli di carne fatti in casa burro e salvia


  • Difficoltà: 5 su 5
  • Origine: Italia 🇮🇹
  • Quando si prepara: nelle occasioni di festa
  • Come si gusta: in compagnia della famiglia e/o degli amici

Tempo di preparazione: 2 ore

Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di pasta fatta in casa (vedi la ricetta cliccando su questo link
  • 200g di carne tritata
  • 35g di formaggio grattugiato
  • Un bicchiere di vino bianco
  • 2 noci di burro
  • 20 foglie di salvia
  • Sale qb
  • Pepe bianco qb
  • Uno spicchio d’aglio
  • Olio evo qb

Preparazione:

  1. In una padella versare un filo d’olio e l’aglio schiacciato. Fare rosolare per alcuni minuti.
  2. Togliere l’aglio e versare la carne. Lasciare rosolare a fuoco vivo per una decina di minuti (finché l’acqua generata dalla carne si sia asciugata completamente).
  3. Sfumare con il vino per 2 minuti.
  4. Spegnere la fiamma e versare il formaggio grattugiato.
  5. Prendere le sfoglie di pasta fresca e adagiarle su una spianatoia infarinata. Tagliarle a triangoli di circa 3 cm per lato.
  6. Al centro di metà dei quadrati mettere un mucchietto di carne.
  7. Con le dita o un pennellino, bagnarlo nell’acqua e passarlo sui bordi con le dita.
  8. Chiudere i ravioli con l’altra metà dei triangoli e premere bene i bordi con le dita.
  9. In una pentola mettere a bollire abbondante acqua salata.
  10. Lavare la salvia, asciugarla bene e tritarla.
  11. Quando l’acqua bolle versare i ravioli 🥟 e cuocerli per circa 6 minuti.
  12. Scolare i ravioli tenendo mezzo bicchiere di acqua di cottura e riversare i ravioli nella pentola.
  13. Aggiungere il burro e la salvia tritata, mescolare bene. Se risultasse troppo secca aggiungere un po’ d’acqua di cottura.
  14. Servire con una spolverata di formaggio grattugiato.

Zucchine al profumo di salvia 

Zucchine al profumo di salvia

Zucchine al profumo di salvia

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 zucchine
  • 5 foglie di salvia
  • 1 spicchio d’aglio
  • 50ml di vino rosso
  • Olio evo qb
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Scorza di limone (per decorare)

Preparazione:

Tagliare le zucchine a rondelle. In una padella, versare un po’ d’olio. Tritare l’aglio ed aggiungerlo in padella. Soffriggere un paio di minuti ed aggiungere le zucchine. Lasciare soffriggere per 5/6 minuti e sfumare con il vino.

Tritare le foglie di salvia e aggiungerle alle zucchine, salare, pepare.

Terminare la cottura lasciando le zucchine un po’ croccanti.

Servire con un po’ di scorza di limone grattata sopra.

Saltimbocca di foglie di salvia

img_3849

Saltimbocca di foglie di salvia

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 foglie grandi di salvia
  • 12 fette sottili di galbanino
  • 3 fette di prosciutto tagliate in 12 parti
  • una noce di burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di farina
  • un uovo
  • qualche goccia di salsa inglese
  • due cucchiai circa di latte
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Preparazione:

Lavare e asciugare bene le foglie di salvia. stendere le foglie su di un piano e adagiarci sopra una fetta di galbanino tagliato in due e successivamente una striscia di prosciutto, su ciascuna foglia. Iniziare ad arrotolare le voglie partendo dalla punta e fissarle con uno stuzzicadente.

In una ciotola versare la farina e un pizzico di pepe, mescolare. In un’altra ciotola sbattere l’uovo unito al latte e alla salsa inglese. Salare.

Passare ogni saltimbocca prima nella farina e poi nell’uovo.

In una padella far sciogliere il burro con lo spicchio d’aglio in camicia. Appena il burro è fuso, adagiare i saltimbocca, dopo circa 2 minuti, girarli e lasciarli altri 2 minuti.

Togliere dal fuoco, adagiarli su della carta assorbente e lasciarli sgocciolare qualche minuto.

Servire caldi o tiepidi.